23. mag, 2019

Groviglio quotidiano, il potere e l'essere religiosi.

Il gioco è estremanente semplice, nasce un uomo e lo allevi, lo fai crescere in "gabbia" gli racconti che soltanto grazie a quelle sbarre che è vivo, che pensa, che respira, che potrà vivere a lungo, che è in sicurezza. La religione trova il modo per farglielo credere, ad esempio lavora su di lui quando è ancora un fanciullo, prima lo catechizza poi continua, con il clero a convincerlo, e lo richiama all'obbedienza con le campane. Gli dice continuamente che stare fuori dalla gabbia è pericoloso, è sconveniente. Quasi tutti nel giro di poco tempo si convinceranno che è davvero quella la sua libertà, e ognuno finirà per irrobustire da solo quella stessa gabbia, ringraziando un dio per avergli concesso quel comodo posto dietro le sbarre.