17. ago, 2018

Il Portogallo non è stato ubbidiente, evviva il Portogallo!!

Chi sono Alberto Alesina e Silvia Ardagna, i due italiani illustri strapazzati dai competenti dell'unione europea? Sono due economisti emeriti che hanno rimodellato il mondo con le loro teorie di <<austerità espansiva>>. Nel 2008 l'idea di aumentare le tasse, tagliare le spese e crescere erano fortemente allettanti per tutti i leader mondiali, che vedevano in loro un modo per uscire dalla spirale recessione-disoccupazione, senza diminuire il numero degli yacht dei neoliberisti. In quegli anni gli Stati si sono allineati contro la loro teoria fortemente contraria, proprio mentre la gente ha iniziato a soffrire e a morire con percentuali annue di oltre il 15% più alte delle medie degli anni precedenti. Un solo paese si oppose a questa tendenza europea, il Portogallo. La politica portoghese puntò il dito contro i detentori delle sue obbligazioni e usò tutte le risorse per finanziare programmi sociali che interruppero lo schiacciamento del paese verso crisi e austerità. Oggi il Portogallo è fiorente, gli affari vanno bene, gli immigrati visti di buon occhio, turismo in aumento, proprio mentre gli altri paesi europei sono impantanati in politiche caotiche, nella xenofobia, nel nativismo becero. Nazioni dove i neoliberisti diventano sempre più ricchi e la gente sempre più povera e offesa dalle diseguaglianze e dalle sofferenze.