22. giu, 2018

Groviglio quotidiano, nessuna democrazia regge all'informatica.

Chissà cosa pensano le brave mamme che acquistano cibo per i figli e si fanno le tessere di ogni supermercato. Pensano che in fondo è comodo fidelizzarsi presso questi luoghi dalla spesa facile, organizzata, efficiente, dove tutto possono trovare facilmente. Pensano alla comodità di un necessario servizio per i cittadini. Dovremmo spiegare loro cosa c'è dietro quelle file lunghissime di scaffali piene di bellissime e accattivanti confezioni. Ad esempio ci sono i re del packaging, che imperano indisturbati da almeno un trentennio. Producono confezioni sempre più spettacolari, colorate, invitanti, utilizzate senza limiti di legge, dove spesso troviamo 50 grammi di cibo avvolti e sigillati in 70 grammi di plastica. Producono danni incacolabili a costi esagerati per il cliente, danni planetari e peso economico notevole e dannoso per tutti. Troviamo strane proporzioni tra gli utlili di chi produce e quelli di questi ameni luoghi che commercializzano prodotti agricoli. Alcune statistiche parlano di un rapporto 10/100. Troviamo schermi elettronici che personalizzano pubblicità a coloro che ignari si fermano davanti ad essi, distinti per fasce di età, sesso e abbigliamento. Troviamo riconoscimenti facciali per schedare il tipo di clientela che compie acquisti in quello spazio commerciale. Troviamo strumenti che utlizzano la tessera di fidelizzazione, per tracciare ogni comportamento all'interno dello spazio commerciale. Chi fornisce tecnologia per riconoscimento facciale? I grandi colossi dell'informatica naturalmente, nessuno dice niente perché governi e polizie li usano per schedare gruppi di cittadini che hanno comportamenti poco allineati alle esigenze del neoliberismo imperante. Che l'informatica abbattesse tutte le forme di democrazia era prevedibile, ma che accadesse così velocemente non era affatto previsto. Non era neanche previsto che tutti governi, con la scusa dell'immigrazione facessero investimenti ingenti in armi e strumenti di controllo di massa.