31. mag, 2018

Groviglio quotidiano, non solo il peccato originale.

I bambini, per il cristianesimo, nascono con la pesante eredità di un peccato fatto da altri, il peccato originale e per questo vengono battezzati (se muoiono senza battesimo restano nel limbo, niente paradiso perché colpevoli). Non solo il peccato d'origine di specie, essi, umanissimi e liberi per propria natura, subiscono anche l'insegnamento alla libertà, devono imparare la libertà, come sinonimo di limitazione, e costrinzione. Ecco che i bambini, simbolo di purezza d'anima devono "lavarsi" del peccato originale, che non hanno mai commesso e devono apprendere l'idea che sia bello, giusto, etico, educato, necessario che qualcuno, dall'esterno (dal suo mondo e anche dalla sua famiglia), gli imponga le sue leggi. Questi elementi, con esclusione degli anarchici, vengono accettati da tutti. Tutti gli individui, rossi, neri, gialli, verdi, azzurri, a strisce, a pois, si inchinano e svendono la libertà dei propri figli, rinunciando rassegnati alla propria autonomia di pensiero. Tutti accettano questa situazione come necessaria, un tabù. Non è forse da qui che si sviluppano tutti i credi e tutti i fascismi della storia? Ad esempio, il fascismo italiano partiva dal concetto "la libertà senza ordine e senza disciplina significa dissoluzione e catastrofe". Il cristianesimo e anche le altre religioni, aumentano ad arte la paura negli uomini, che già ne hanno tanta, per farli diventare sudditi paganti e creduloni.