17. lug, 2016

Chi sono coloro che amano la vita, l’altruismo, la gentilezza, la benevolenza?

La felicità non è la pausa di una vita disgraziata (Schopenhauer), così come la pace non è assenza di guerra, ma uno stato ottimale delle cose della politica e della vita sociale. La felicità è una virtù, uno stato d'animo, una disposizione alla benevolenza, alla fiducia, alla giustizia. Ecco questo è l’esempio che ci soddisfa, proprio questa osservazione di Spinoza sulla pace e sulla felicità, spiega di come la <felicità minima> sia quello stato di benessere non eclatante ma di <disposizione> alla felicità, al buon vivere, disponibilità verso gli altri, amore per un bel mattino, amore per la natura ecc. Una virtù, uno stato d’animo, una fiducia nella vita che verrà, del futuro che verrà. <se il buon giorno si vede dal mattino, oggi sarà una bella giornata>, ecco, costoro che si sentono in questo stato difronte al giorno che nasce, sono destinati a trascorrere una piacevole giornata, all’insegna di quella <felicità minima> che amiamo tanto anche rispetto alle felicità stordenti di un grande amore vissuto senza freni.