11. lug, 2019

Il conflitto: la robotica converte il vivente.

Quarta parte

Se assistevamo a gruppi coscienti di lavoratori all’interno delle fabbriche, oggi assistiamo alla centralità delle macchine nei processi produttivi, alla conseguente frantumazione della coscienza operaia, e alla sua mancata incidenza nella politica ecologica. Per comprendere il forte legame tra l’operaismo e lo sviluppo dell’ecologia politica occorre ripartire dal dibattito su Marx e dalle sue ultime riletture. In queste più tardive riusciamo a comprendere il processo di riproduzione complessivo di un sistema. Possiamo capire quei passaggi che ci dicono chiaramente che il capitalismo riesce a produrre un proprio mondo e che il mondo, quindi, è diventato la fabbrica di sé stesso. E’ uno dei principi dove gli spazi di vita emergono da un concetto di lavoro cosciente, generando un sistema che riguarda ogni aspetto e luogo del vivente. Personalmente non sono mai riuscito a capire come il pensiero di Marx abbia generato (o degenerato) quelle strutture monolitiche, pesanti e inflessibili dei partiti comunisti europei e tantomeno quelli sovietico e cubano. Come è potuto accadere che un percorso compiuto, evoluto si sia concretizzato in un'unica specifica forma politica. Insomma l'operaismo dell'ultimo Marx resta un lavoro folle e grandioso che continua ad aprire un potenziale conflittuale enorme e in cui in qualche modo siamo coinvolti. Lo siamo su tutti i fronti nella nostra quotidianità e soprattutto, dove oggi, agiscono consapevolmente migliaia di esperienze conflittuali a livello planetario. La proposta politico-ecologica che emerge adesso si trova esattamente dove doveva essere: nel solco dell’esperienza aperta dalla critica operaia al capitale. Questo concetto non risiede nella macchina, ma nel suo funzionamento, è la macchina con i suoi tempi e il suo fare automatico che realizza una trasformazione, che determina un cambiamento nella vita dei lavoratori, in quanto la macchina è un mezzo per trasformare il lavoro umano e quindi modifica la vita del vivente. Continua...