7. mag, 2018

Groviglio quotidiano, la vendetta del medico condotto.

Premessa:

Il Dr. Trombetta e Ubaldo, sono coetanei e i nomi di fantasia, e la loro storia attraversa 6 anni. Ubaldo nella sua vita ha evitato i maschi sia dal lato professionale che umano, a parte il figlio adorato, non li considera proprio. Riserva, invece, un ruolo determinante e di qualità alle sole donne. Il perché qui non ha importanza. Un giorno Ubaldo, colpito da eccessiva stanchezza, va a trovare il medico di base Dr. Trombetta. Un dottore di base tutto casa chiesa e calcio, che aveva visto una sola volta per essere nelle sue liste, quando con garbo gli chiese se giocava al calcio, e alla risposta affermativa il Trombetta lo aveva invitato a giocare nella sua squadra di calcetto.

Anni addietro la scelta del medico:

Trombetta:        Carissimo davvero hai giocato con la Sambenedettese?

Ubaldo:               Si dai tredici ai diciannove anni, poi mi hanno cacciato perché mi allenavo poco e correvo meno.

Trombetta:         Avevi poca voglia di correre o altri interessi?

Ubaldo:               Avevo altre passioni e passare ore e ore nelle trasferte con 15 maschi almeno, a menar cavolate non lo sopportavo, non era nelle mie possibilità.

Trombetta:         Capisco, però con noi potresti giocare ci serve almeno un elemento in più.

Ubaldo:               No dottore non gioco, ora, farmi un danno fisico non mi piace. Troppi anni, i giochi tra maschi sono pericolosi.

Trombetta:         Ah ecco il perché giochi con le donne!!!

Ubaldo:               Beh adesso non esageriamo!!! Anzi devo dire che le mie coetanee sono arrembanti e gli piace giocare molto, e penso che lei lo sa bene. Anzi mi dovrebbe dire come fa a essere così in forma dottore pensando a come sono vivaci le brianzole!!

Trombetta:         Ho una moglie con coltello tra i denti!!!

Ubaldo:               Ah ecco!! Tutte le fortune le ha lei!! Io purtroppo no, sono single da oltre 20 anni e invidio la sua condizione di tranquillità e protezione.

Ubaldo esce dallo studio medico pensando che deve fidarsi di Trombetta ne vale per la salute. Un paio di anni dopo:

Ubaldo:               Buongiorno dottore come sta?

Trombetta:         E’ amico mio qui è dura!! Lei Ubaldo come sta?

Ubaldo:               Ricorda dottore ai tempi dell’università gli iscritti in medicina avevano nel loro immaginario erotico studi con sale di attesa piene di giarrettiere e perizoma e noi come eravamo invidiosi. A vedere la sua di sala c’è qualcosa che non torna!

Trombetta:         Non me ne parlare l’altra settimana una vecchiaccia mi ha attaccato un milione di microbi, ho avuto febbre alta 3 giorni.

Ubaldo:               Meno male che ha una moglie che la soccorre! Ho una tosse che non vuole andarsene mi deve visitare. Mi reggo poco e faccio fatica sia nel lavoro che nelle relazioni. Un disastro.

Dopo la visita:

Trombetta:         Niente di preoccupante ma deve fare il bravo e gli prescrivo un ossigenante che la tirerà su!! Ma non sprechi tutte le risorse con le sue coetanee e tantomeno con quelle giovani, mi raccomando!! Meglio il calcetto Ubaldo è molto più sano. Quante volte amoreggia in un mese, Ubaldo?

Ubaldo:               Dottore non saprei a me sembra ci sia molta rarefazione. Non mi metto a contare, una volta avrei risposto sicuro, ma adesso non so ..forse 7-8 volte al mese o forse qualcuna in più, non saprei..

Trombetta:         Lo vedi che ho ragione devi fare più sport  ..poi sai che dico che se ricordi così, vuol dire che è il doppio almeno ..poi venite a lamentarvi qui che non state bene. Ora curati questa tosse e vediamo come starai e ricorda devi fare sport ma non a letto!!!

Ubaldo:               Si dottore non c’è bisogno che lo ripete. So come comportarmi e stare attento alla mia salute, ..mi fido di lei dottore anche se sono sorpreso, ma la paura della morte fa miracoli.

Qualche settimana dietro Trombetta e Ubaldo si incontrano in paese, Ubaldo non sta troppo bene dorme male si sente agitato.

Ubaldo:               Buongiorno dottore che piacere incontrarla come sta? Sa che devo venire in studio che non sono troppo in forma e volevo che mi consigliasse qualcosa per riprendermi, dormo male e poco.

Trombetta:        Avvicinati un attimo..  non hai l’aspetto solito, hai faticato troppo ..vieni domani pomeriggio che ti visito.

All’indomani:

Trombetta:        Ah eccoti qui!! Da molto che non ci vediamo e anche se non sei qui per divertirti sono contento comunque di vederti.      

Ubaldo:               Buongiorno dottore vedo che è allegro oggi!! Come dicevo ieri non sono troppo in forma mi sento agitato e dormo male, la mattina mi sveglio con gli incubi, oggi addirittura ho sognato che faceva il terremoto e per poco non me la faccio sotto!

Trombetta:         Eh caro mio non abbiamo più trent’anni!! Anch’io devo fare attenzione, prendo qualche integratore di quelli giusti, anche se ancora corro parecchio. Non ho bisogno di visitarti vedo che hai fattori affaticanti e anche di stress.

Ubaldo:               Lo so, e ci credo, il dottore è lei!! E mi sento stranito veramente.

Trombetta:         Ora ti do qualcosa che, se mi dai retta, e rispetti orari e dosi ti rimetto in corsa per lungo tempo. Devi stare lontano da sforzi inutili ed eliminare fattori di stress. Al resto ci penso io!!

Ubaldo:               Va bene dottore starò attento a non saltare le dosi, ma probabilmente lo stress dipende dal lavoro che in questo momento mi impegna ed eccita nello stesso tempo. Dimmi cosa devo prendere.  Devo fidarmi di Trombetta altrimenti come si fa!!

Trombetta:        Ecco ti ho prescritto una pillola al giorno dopo colazione e non saltare mi raccomando. Ti sentirai meglio sicuramente e dopo due settimane sarai al top. Se proprio non riesci a dormire, prima di andare a letto prendi queste gocce. MI raccomando sempre sport e lascia stare le signore!!! Anche se non hai moglie deve porti dei limiti!!

Ubaldo:               Porc... Buone cose dottore, ti terrò informato se tutto procede bene. Servono proprio le gocce dottore?

Trombetta:        Le prendi solo se non dormi

Atto primo:

Dopo una settimana, Ubaldo sta meglio e tutto contento pensa che in fondo quel Trombetta non è poi così male. Poi presto si accorge che non ha più desiderio sessuale, che Trombetta lo abbia punito? Il sospetto si impossessa di Ubaldo, che si mette a leggere le controindicazioni. Tra le prime righe legge: “Potrebbe inibire desiderio sessuale", ovvero, provare disinteresse per le tanto amate signore. Sulle altre conseguenze dell'assunzione del farmaco Ubaldo sembra non mostrare interesse.

(continua)