19. mar, 2018

E' Eros il motore delle coppie semilibere.

I protagonisti della coppia semilibera o coppia part-time, hanno fatto esplodere la soffocante "bolla della coppia" e vivono un rapporto amoroso a modo loro. La loro relazione è piena di intervalli e logistcamente complicata ma soddisfacente. Parliamo di un uomo e una donna, e di ogni età naturalmente. Costoro aborrono l'idea di mettere su casa insieme e formare una famiglia, preferendo tenersi ciascuno il proprio appartamento, la solita palestra, la solita pista ciclabile, la solita cerchia di amici, e condividere tempo e spazio solo quando ne hanno voglia. Tutto questo somiglia al vecchio lavoro che ha lasciato il posto a una serie di occupazioni flessibili, a volte saltuarie, a breve termine, oppure al vecchio senso di proprietà sostituito dalla multiproprietà, o anche alle lunghe vacanze in una meta abituale, soppiantate da quelle a pacchetto, insomma il matrimonio vecchio stile <<finché morte non ci separi>>, già emarginato dal <<vediamo se funziona>>, è sostituito rapidamente da un modello flessibile di <<stare insieme>>. Come al solito, i gridatori di verità sui media stanno chi, da una parte, chi dall'altra, alcuni sono pro e altri contro. Proviamo a capire. I sostenitori favorevoli asseriscono che  il modello di coppia semilibera, realizza quel salto di qualità che consente un genuino dare e avere senza il pedaggio della perdita di indipendenza. I contrari condannano senza remore. Accusano di codardia gli attuatori di relazioni semilibere, in quanto essi rifiutano di affrontare le prove, le difficoltà che la perpetuazione di una relazione stabile comporta. Naturalmente tutti evitano di parlare di sesso, argomento sempre rischioso, ma quest'ultimo non è affatto accidentale, né marginale ma, come ci insegna la nostra storia, motore dei cambiamenti, e come sempre, elemento con poche regole. Quando parliamo di relazioni, intensità, durata, tipo di menage , ecc. dobbiamo pensare al sesso come aggregatore sociale. Delle tante pulsioni, inclinazioni, propensioni, che possiamo definire elementi naturali di tutti noi, il desiderio sessuale, è inconfutabilmente "sociale". Esso ci fa protendere verso un altro essere umano e producendo una fortissima spinta di presenza, ci impone di "stare insieme". Siamo spinti all'aggregazione rendendoci più umani, più completi, superiamo alcune deficienze, ci sentiamo realizzati vivendo specchiati nell'altro. Dall'incontro tra sessi è nata la nostra cultura. Essa ha creato forme di differenziazione che incrociando la natura hanno prodotto una crescita mentale ininterrotta e tanto meno conclusa. Possiamo senz'altro dire, che le relazioni semilibere sono poco identificabili, classificabili, e prevedibili. Esse dipendono troppo, ma anche per fortuna, dalle pulsioni sessuali e quindi, la durata, l'intensità, la simbiosi, la compattezza di un'unione non sono materia statistica, Eros di questi tempi è più che mai potente e imprevedibile.