27. set, 2017

Io un cane sciolto.

Non ci riesco fisicamente ad essere di destra, ma quelli di sinistra mi fanno incazzare. Il referendum è per me una brutta bestia, non è affatto democratico, mi costringe a dire si o no negando vie intermedie e peggio ancora negando reale partecipazione, e questo mi è ostico, contrario. Come si fa ad aderire completamente? Sono un "senza partito", sono quello che ha perso fiducia nelle istituzioni, che non vorrebbe votare e che quando lo fa gli viene male allo stomaco, in quanto deve votare "contro qualcuno" o a favore di un altro che non lo rappresenta e che gli viene imposto perché <messo li> da un apparato che niente condivide e soltanto <impone>. Non si riesce ad avere una legge elettorale che consenta ai cittadini di espirmersi, ognuno dei partiti ha solo l'interesse di procurarsi vantaggi anche in caso di perdita di consensi. Limite per entrare in Parlamento, premio di maggioranza ecc. tutte questioni senza contenuto vero, e che variano a seconda degli umori rilevati dai sondaggi, su campioni di paese che nulla rappresentano. Invece di mettere attenzione ai tempi che cambiano alle tecniche che impongono investimenti pubblici mirati, dopo ventanni di antiberlusconismo inerte ecco che tutta la sinistra si sfalda e frammenta, e alla setssa maniera si mettono in parte i diritti di lavoratori e pensionati. L'unità della sinistra? e come potrà accadere se i lavoratori per sopravvivere sono ormai costretti a essere i <portatori di polli> degli imprenditori, come facevano i nostri antenati ai tempi delle signorie. Oggi tutti fanno straordinari quasi gratis, orari flessibili solo se oltre le otto ore, sabato mattina tutti presenti, gli immigrati devono restare illegali, perché piace a tutti la manodopera a infimo costo. Siamo proprio come i nostri avi, che la domenica mattina arrivavano nelle corti di signorie, baronie, ducati, curie e parrocchie, con pesanti ceste di frutta fresca, uova e polli spennati, magari sottratti alle esigenze famigliari. Oggi, per un posto di lavoro se pur incerto, occorre entrare nelle grazie di imprenditori, finanzieri e clericali ed essere servili. Le loro ville hanno sfarzo e lustro come quelle dei signorotti di un tempo, esse, anche se ben nascoste nel verde, mostrano un potere senza controllo, proprio grazie allo sfascio della sinistra.