14. nov, 2016

Il cattivo italiano che vuole difendere se stesso e la sua generazione di dimenticati.

"Gli italiani di oggi semplificano la storia, né smontano la complessità per rendere gli accadimenti dei tempi remoti adattabili alle esigenze del presente. Un’operazione sistematica concepita per offrire forza, retroterra, dignità, alle contese di oggi. Che nessuna dignità hanno. Qui vogliamo contribuire a proteggere i fatti che abbiamo vissuto, dallo scempio dell’uso politico della memoria. Non faremo un impossibile lavoro di confutazione di accaduti storici, ma racconteremo, a modo nostro, e con le parole di quelli come noi, con atteggiamento critico di chi ha vissuto da spirito libero, chi sono questi italiani di parte assoldati dalla politica e dal clero come professionisti della mistificazione.
"

sf e gli italiani che faticano a restare tali