26. set, 2016

La maggior colpa dell'uomo è quella di essere se stesso!!

Il matrimonio indissolubile è istituzione contro l'uomo. Come se la sua più grande colpa sia quella di essere se stesso!!
La fantasia sessuale viene moderata, anzi annullata dalla regolarità dei rapporti sessuali. Si scatena invece e irrompe con l'astinenza e il disordine nei rapporti, la gelosia, l’attesa, la sorpresa, ecco il tumulto dei sensi. Questi sono i fondamenti di ogni unione seria, piena di vita e soddisfacente amorevolezza. E' in questo stato che una coppia desidera avere un figlio. Gli autoflagellanti di Carlo Fasani, fecero moda punendosi dopo ogni cedimento al desiderio sessuale, ma più si punivano e più il desiderio risorgeva violento. Eros è un’espressione della nostra «voglia di potenza», del nostro inconscio, della nostra voglia di realizzazione. Il matrimonio è fuori da ogni fermento di vita, sterile e inutile. Un uomo e una donna dovrebbero mettere attenzione a patti di serietà per far crescere bene nuove vite, invece tutto ciò è trascurato nel nome della morale, di quello che si aspettano gli altri, di quello che «dicono gli altri», dei matrimoni sfarzosi da raccontare in album di famiglia con figure cimiteriali, delle feste modaiole faraoniche ed inutili, del mostrare una facciata che è alla base delle menzogne con cui crescono i figli. Il bravo papà religioso, lavoratore e ben visto, la brava mamma religiosa, che veste alla moda e regina tra le amiche. Genitori che raccontano ai figli e che, purtroppo ci credono, che chi li ha generati ha vita asessuata, santa, onesta e che loro, così belli, sono nati come «frutto dell’amore dei loro genitori». Balle grandiose, fandonie, menzogne delle più dannose. Loro i figli, già sfortunati di non aver potuto scegliere da che padre e madre nascere, ci credono, eccome!! Poi verso l’adolescenza cominciano a percepire i primi segnali chiari (li percepivano anche prima ma non capivano) la mamma non è affatto santa come diceva, il padre è puttaniere, lavora poco e guadagna rubando agli altri, la madre fa cose di nascosto e il padre sparisce ogni volta lo cerchi. Dopo i primi dubbi ecco le certezze e i ragazzi iniziano a fumare, a mettersi ferri in ogni dove, a tingersi i capelli verdi, coprirsi di tatuaggi ecc. Finale, ai figli scompare quel mondo di menzogne dove tutti erano buoni e si volevano bene, scompare l’amore da dove erano nati, iniziano a vedere e capire le bufale del prete (basta ascoltare con attenzione una predica), a scuola trovano difficoltà, ed ecco che si ribellano alle consuetudini e, per reazione, il mondo degli adulti li crocifigge come tanti piccoli cristi. Vengono dichiarati incapaci, deviati di internet, (il nuovo demonio che gli esorcisti cattolici non sanno combattere), fanno sesso con chiunque, sono immorali, negligenti ecc. La morale che li ha voluti così ora li condanna inesorabilmente!!! Nessuno incrimina un genitore incapace, in caso di suicidio di un figlio, ci sono tremila menzogne ancora da raccontargli anche dopo morti.