29. ago, 2018

L'Italia un paese fondato sul calcio e sulle zingarate tra maschi.

In maniera trasversale senza steccati di ceto e censo, di certo, c'è più passione per il calcio che per i fatti legati al lavoro, alla tecnologia, all'innovazione, al sociale e alle donne. Nel Nord italiano possiamo aggiungere anche il ciclismo dilettantesco con dinamiche competitive, sfottò, organizzazione di gare vere, dopaggi e cameratismo amichevolissimo e passionale. L'amore per il gesto genuino e fraterno, come solo lo sport ci insegna sia nella competitività sia nel conforto in caso di difficoltà fisiche, è enorme, ricorda i campi di guerra romani nella presa delle Gallie. Insomma se ieri eravamo un paese di cacciatori armati che lasciavano le case per lughissime battute di caccia,lunghissime chiacchierate al bar (se le donne protestavano bastava picchiarle) oggi siamo un paese sempre maschilista che si aggrega attratto dall'umano cameratismo da oratorio, ma ha un problema le donne non si fanno più picchiare, se non per gioco sessuale. Quindi essere compagni di giochi, magari di zingarate e confidenti complici, non è così facile, è a rischio corna, ma restano rapporti sui quali si può contare nel momento del bisogno. E le donne? Le donne, se ci fate caso, rispondono con gentilezza ai complimenti degli africani primordiali e galanti, sono restie al tradimento ma si sentono trascurate da mariti da fidanzati e compagni, si sentono poco amate, poco espresse sessualmente. Di questo si accorgono benissimo i maschi italiani, preferiscono tacere ma soffrono di gelosia (ricorderete il Berlusca che dice "mi fa schifo un'italiana che va a letto con un negro"), ma mai rinunciare ai giochi tra maschietti meglio annientare i negher o cacciarli o ridurli a persone luride, indesiderabili. Controllano le proprie femmine cercando di annientare "l'occasione", diffidano di chi lavora poco ed ha tempo libero, odiano quelli che non sono come loro, votano Salvini per alimentare il maschilismo eroico e guascone. Per continuare a giocare, mentre oggi le donne sono cresciute assai, si scontrano e diventano violenti in casa. Le loro mogli incassano, resistono per i figli, e spessissimo di vendicano.