23. ott, 2017

Il populismo sommerge l'Europa.

Che cosa è mai questo fantasma che si aggira in Europa? Qualcuno, mi pare un illustre francese di Algeri, in parole povere dice: <<quel che ci piace è popolare, quello che ci sta sui "maroni" è populista>>. Tutti sono populisti meno colui che li addita. Bene quindi, come si evince, è una "non risposta", per dire che è difficile definire cos'è il populismo di cui sentiamo frequentemente. Il populismo è però l'arcione dove monta ogni giorno la destra europea e son tanti, ungheresi, austriaci, tedeschi, inglesi, cecoslovacchi, anti-europeisti da sud a nord e da est a ovest. Tutti contro l'Europa dei burocrati e delle monete. Vediamo chi sono nei rispettivi paesi: Front national in Francia, Ukip in Inghilterra, i seguaci di Orban in Ungheria, la Lega di Zaia e quella di Salvini ma anche i pentastellati di Grillo che sono contrari all'Unione europea. Anche qui il grande protagonista italiano del populismo è Silvio Berlusconi, credo che sia lui a riassumere tutti i connotati del populismo. Il popolo, soprattutto quello italiano, ha bisogno di un capo che gli elenchi i suoi nemici o i nomi di coloro che fanno "soffrire" il popolo. Cosa fa soffrire gli italiani di questi tempi? L'Europa, gli immigrati, i profughi, i marocchini, i romeni, i romani di Testaccio, quelli di Tor Pignattara che mangiano coda alla vaccinara, i politici, i giornalisti, i blogger senza regole, i banchieri, i bancari oramai inutili, gli impiegati statali, comunali e qualche volta anche i preti di colore. L'elenco e' lungo, diventa difficile per il popolo dire chi sia populista, e soprattutto capire chi non lo è!!! Da quanto sopra, io che faccio parte del popolo, vorrei prendere l'iniziativa di metterlo in guardia dalla moltitudine di "suggeritori" interessati a indicare quali siano i suoi nemici. Io non mi fido affatto dei suggeritori di professione (sempre con sorriso ammiccante sui social e in tv) che indicano il nemico ai popoli, senza mai indicare uno straccio di rimedio per non "fabbricare" dal nulla nemici. Il popolo dovrebbe ragionare di testa sua e capire quali sono i "suggeritori nemici" e se non lo fa, vuol dire che aspetta che qualcuno gli tolga la fatica di pensare e state tranquilli che in tanti proveranno a far riposare le teste degli italiani, prima con buone maniere, poi arriveranno quelle forti insieme ai volti, non più sorridenti, dei veri mortali nemici di sempre.