24. giu, 2016

La generosità e l'altruismo non abitano nei <credenti>.

La generosità e l'altruismo non si imparano grazie alla fede e alla religione. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Current Biology, condotto su un campione di 1.170 bambini, d'età compresa tra i cinque e i 12 anni, di sei Paesi (Canada, Cina, Giordania, Stati Uniti, Turchia, Sudafrica). Scopo della ricerca, era quello di misurare se e come la religione incidesse sui comportamenti cosiddetti "prosociali", ossia volti al bene degli altri senza attendersi una ricompensa. Probabilmente la Fondazione americana John Templeton, di ispirazione cristiana, che ha finanziato lo studio, non si aspettava un risultato del genere, che rimettesse in discussione il concetto di moralità basata sulla religione. <I dati confermano il fatto che la religione sarebbe dannosa per lo sviluppo morale> Pertanto la secolarizzazione del percorso morale, non diminuirà il livello di  bontà umana, anzi, sarà tutto il contrario.