10. lug, 2016

La velocità biologica e gli strumenti tecnologoci in uso.

Una società si mette in competizione con la biologia è destinata ad essere perdente.

Tutti vediamo come nei grandi magazzini dove vengono esposti i nuovi prodigiosi strumenti di comunicazione, non si vedono apparecchi che possano sostituire il cervello umano. L’eccessiva prevalenza dei <pensieri rapidi> o digitali e l’avanzamento del fare rispetto al pensare, produce con certezza errori comportamentali, soluzioni errate, danni all’educazione, alla formazione, aumento delle patologie esistenziali, quindi un peggioramento del vivere civile, portando minori qualità umane proprio quando il mondo sembra averne più bisogno.