15. giu, 2016

La propaganda politico/clericale che affligge l'Italia.

La cappa dell'affarismo politico e clericale agli italiani onesti, toglie anche il respiro ..come lo smog a Roma. Come salvarsi?

Proviamo a rispondere: non rispondere a sondaggi e inchieste, rifiutare interviste, non comprare giornali, non firmare manifesti, (tutto verrebbe utilizzato contro di te). In una società che è chiaramente contro la libertà dell’individuo e favorisce però il malgoverno, la malavita, la mafia, la camorra, la spartizione politica, che ostacola la ricerca scientifica, la cultura, la vita universitaria, una società dominata dalla burocrazia, dalle richieste di denaro di onlus e preti, dalla sistematica falsificazione dei fatti, dagli arruffoni, dai meridionali che tramano, dai nordici che speculano, dai ladri di chiesa, dai loro servi, da miserabili, dagli avidi di potere, dai convertiti, dagli invertiti, dai meccanici, dagli elettrici, dai gasati, dai manutentori, dai bocciati che si fanno raccomandare, dagli impiegati nullafacenti, che essendo raccomandati dai politici, pensano che possono fare quello che vogliono. Contro costoro occorre il <rifiuto> (senza specificare la ragione altrimenti usano anche quella per etichettarti, o distorcere quello che dici) occorre non votare, non cedere alle lusinghe della televisione, non farti il tatuaggio (ti classificherebbero), non preferire l’amore alla guerra (anche l’amore in fondo è una lotta), non scegliere niente, non fare adunanze, non prendere tessere (neanche del market), non andare in bicicletta con tutina che evidenzia le chiappe, ogni gruppo o appartenenza può generare una classificazione, alle urne metti una scheda bianca, anzi metti no (le schede bianche se le dividono tra i partiti), quindi scrivi no che ribatte i si degli ottimisti, i quali non è un caso che sul web di mostrano in foto sorridenti. Che cazzo avranno mai da ridere!! Forse imitano i ricchi che se la godono mentre loro sono schiavi di mogli, tv, preti e soprattutto dei datori di lavoro che sanno bene come sfruttare la paura di restare senza stipendio. E ridono anche nelle foto al cimitero dopo morti. Certo erano già morti subito dopo nati, ma nessuno glielo aveva mai spiegato bene.