9. giu, 2016

Le date della disfatta degli italiani.

1924 il Ministro della Pubblica Istruzione, On. Gentile, estende all'infanzia l'obbligo dell'istruzione confessionale e tutti diventarono perfetti Balilla, disciplinati e terrorizzati da punizioni divine e terrene. Ancora lo siamo tutti, con il nostro smisurato senso del dovere.

1938 Gazzetta Ufficiale n. 78 del 5 aprile 1938. in cui si definisce l'obbligo di un canone per audiovisioni. Da qui inizia la passerella degli idioti sul piccolo schermo che manteniamo a vita. Ora se non paghiamo deficienti urlanti ci staccheranno l'energia elettrica dalle nostre case.

1984 con l'otto per mille ingrassiamo e manteniamo un clero dedito ai vizi, fino a fagli diventare stretto il Vaticano. Svenduta anche l'istituzione del referendum, infatti le questioni tra Stato e Chiesa non possono essere materia di referendum, fin quando non verranno modificati i Patti Lateranensi

E i diritti degli Italiani? nessun diritto, nessun rispetto, correre, lavorare e correre a pagare le tasse più alte di ogni altro popolo.