28. giu, 2019

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

A SEGUIRE LA CONFERENZA STAMPA TENUTASI A MONTECITORIO SULLA LIBERTA' DI SCELTA TERAPEUTICA

Gent.mo prof. Bella M., ho appena finito di ascoltare il suo intervento alla conferenza stampa sulla libertà di scelta terapeutica. Lei ha cominciato subito con un 'tu quoque', nota fallacia per la quale 'si scredita il sostenitore di una tesi' al fine di screditare la tesi stessa (cit. M. Frixione, Come ragioniamo; le consiglio anzi di leggere tutto il libriccino). Ha inoltre contestato la precisione in decimali dei risultati ottenuti in laboratorio. Le vorrei spiegare cosa succede su un software che processa i dati quando si moltiplicano o dividono due numeri in virgola mobile, omettendo o dimenticando di chiamare un bel metodo Math.Round, indicando tra i parametri il numero di cifre dopo la virgola desiderato, ma io credo che dall'alto della sua sicumera, troverà le fonti necessarie da solo. A fronte della sua pretestuosità, giustamente l'on. Cunial le ha assestato due bei calci sul muso. La ringrazio, perché mi ha confermato, se mai ce ne fosse bisogno, il livello di onestà intellettuale del suo movimento di appartenenza, dando ulteriore conferma alla scelta di togliervi il voto. Lei e la sua collega Fattori vi siete mostrati trasparenti sulle vostre convinzioni e sui vostri metodi, a differenza del ministro della salute che, con la sua ambiguità, sta andando avanti con una riforma di stampo orwelliano.  Paolo Tinè