Saper vivere

24. Giu, 2017

La conoscenza della conoscenza e l'errore.

E' mortificante che l'educazione, che mira a comunicare conoscenza, abbia una vera e propria cecità verso ciò che è la conoscenza umana, verso i suoi meccanismi, le sue difficoltà, le sue porpensioni all'errore, alle sue illusioni e che non si preoccupi affatto...

I nostri tempi

22. Giu, 2017

Cosa fanno i pensionati d'Italia?

L'aumento della durata della vita (speriamo anche della mia), ha provocato nuovi e gravi prblemi ai neoliberisti, occorre pagare le pensioni per troppo tempo. Il pensionato non partecipa alla produzione e riceve un mensile e se gli dice bene incassa...

Vivere veloci

20. Giu, 2017

L'egoismo biologico del capitalismo produttore di beni e le finte democrazie.

Già all'inizio del ventesimo secolo, in tanti pensavano che l'economia in quanto scienza sociale o meglio come azione sociale, non ha leggi naturali e non può essere riferita a un processo mentale per cui rende i modelli economici incerti e di varie interpretazioni. Lo stesso processo economico può avere significato diverso...

Il cattivo italiano

17. Giu, 2017

Tangentopoli un'altra fregatura.

Se non fosse stata una vera ondata di pulizia, tangentopoli possiamo pensarla come una immensa fregatura l'ennesima per noi italiani. Grande quanto la conservazione dei posti di potere, pubblici e privati, da parte dei fascisti...

Saper vivere

15. Giu, 2017

Come moderare la spinta tecnocratica

Occorre difendere e promuovere la cultura, essa si nutre del superamento delle mancate convergenze tra scienza e cultura umanistica. Occorre mantenere e ripotenziare una missione insostituibile che è la presenza concreta, la relazione tra individuo...

I nostri tempi

13. Giu, 2017

Che fine ha fatto il federalismo? Dimenticato, nessuno ricorda!!

Per capire dobbiamo guardare ai governi regionali. La Regione è l'istituzione intermedia tra Stato e Comune, la Provincia è un sughero che resta a galla suo malgrado. Negli anni novanta la Regione divenne il centro del progetto federalista. Molta acqua è passata dalla marcia indipendista del 1996, i dieci anni dopo quella data le Regioni...

Vivere veloce

12. Giu, 2017

L'obiettivo del capitalismo è il prossimo <consumatore robotizzato>.

Discipline scientifiche come la fisica, la biologia, la chimica, mirano alla conoscenza della natura. La matematica crea teorie e linguaggi per studiare e descrivere la natura. Premesso questo, l'economia dovrebbe mirare a regolare l'amministrazione di una casa, di un paese, di una comunità più ampia come ad esempio l'Europa, quindi è una scienza applicata...

Il cattivo italiano

9. Giu, 2017

La nostra voglia di cambiamento finì assimilata al terrorismo.

L'egoismo di pensare alle cose proprie e dire quello che nessuno dice.
A tutti noi piacerebbe essere interessato ad occuparsi delle cose personali che migliorano i nostri giorni e invece eccoci costretti a pensare ad altro, occuparci di come veniamo amministrati, di come non funziona lo Stato...

Saper vivere

7. Giu, 2017

La classe insegnante e l'umanesimo che regredisce.

Per insegnare, diceva Platone, c'è bisogno dell'Eros, cioé dell'amore per l'insegnamento. La passione dell'insegnante per il suo messaggio, per la sua missione, per i suoi allievi ha un'influenza reale e fantastica. Fa sbocciare una vocazione...

I nostri tempi

5. Giu, 2017

Il familismo eredità dalla cultura fascio/cattolica galleggia ancora oggi.

L'Italia un paese fondato sulla famiglia!! Nulla è cambiato e neanche la globalizzazione ha potuto scalfire questa ennesima stranezza del nostro paese che ha conservato le cose peggiori...

Vivere veloce

3. Giu, 2017

Creatività e infantilismo

In tanti hanno sempre associato l'essere creativi ad atteggiamenti giovanili od infantili, citiamo Piaget che ci sembra il più preciso: <<Se volete essere creativi, restate in parte bambini, con la fantasia...

Il cattivo italiano

30. Mag, 2017

La fabbrica del consenso e la distruzione delle buone idee.

I rivoluzionari d'Italia oggi si riconoscono nell'indignazione patetica.
Siamo negli Ottanta e che la politica potesse diventare il sociale spaventò a morte la mia generazione o <generazione delle buone idee>, così l'ho sempre pensata e considerata. Il cuore della politca è fabbricare consenso, non importa su che cosa lo costruisco. Al politico non gli frega della realtà, è tutto un gioco, un'intuizione che diventa proposta politica per spostare le forze quindi le adesioni. Se l'adesione è fessa non importa...

Imparare la vita

28. Mag, 2017

L'insegnamento della storia in Europa, e l'integrazione possibile.

A seguire le considerazioni scritte in precedenza sulla comprensione, possiamo dire che l'insegnamento della storia, attualmente disintegratore per allievi provenienti da altri continenti, potrebbe rivelarsi <integratore> se diventa l'insegnamento della storia della formazione di un'Europa...

Vivere veloce

26. Mag, 2017

L'uomo investito da una tempesta di immagini false

Italo Calvino e la sua memorabile lezione sulla <<visibilità>>
L'uomo può essere considerato un animale visivo, in quanto il 50% dei suoi neuroni risponde direttamente o indirettamente alle immagini che cadono nella retina. Con esse arrivano molte...

I nostri tempi

24. Mag, 2017

Noi europei, <<nonostante>>

L'euro ci stressa. Chi ricorda più quando Prodi riuscì a restare Presidente del Consiglio perché l'Italia doveva entrare nell'euro, nessuno. L'Inghilterra si chiama fuori, la destra francese sale, Salvini sale, i pentastellati salgono. L'Europa un <<protettorato tedesco>>. Eppure l'euro...

Il cattivo italiano

22. Mag, 2017

Noi, studenti degli anni Settanta, e la rivoluzione

Non era affatto vero che volevamo la rivoluzione nel nome degli operai che morivano sul lavoro, o dei minatori che non uscivano più dalle miniere o per la libertà del Cile, pensavamo alla rivoluzione come scontro sociale nostro e solo per noi!!! Se credevamo o meno alla rivoluzione...

Saper vivere

20. Mag, 2017

La comprensione in seno alla scuola.

Nella scuola la crisi dell'insegnamento ha sotto la crisi globale della civiltà. La comprensione è assente, o meglio il suo insegnamento. Non abbiamo solo bisogno di comprendere, dobbiamo anche promuovere, come uno dei rimedi ai mali dell'educazione, innanzitutto un'etica della comprensione, sia negli insegnanti...

Vivere veloci

18. Mag, 2017

Dal pensiero divergente, irriverente ecco la creatività!!

A livello individuale si pensa che l'idea base della creatività sia il <<pensiero divergente>>. In generale, la maggior parte delle persone difronte a un problema tende a rispondere in maniera convergente, convenzionale, mentre il creativo può fornire una risposta inaspettata, talvolta isolata...

I nostri tempi

16. Mag, 2017

La sempiterna <<questione morale>>

La questione morale in Italia è al centro dal 1946 quando i "padri della patria" seduti in parlamento dovettero decidere sui riciclati fascisti che occupavano cariche pubbliche. Essi si mischiarono tra coloro che avevano combattuto il regime, come se invece di pagare crimini efferati, avessero maturato diritti intoccabili in un paese straziato che passava dalla Monarchia alla Repubblica e da una dittatura...

Il cattivo italiano

15. Mag, 2017

Gli anni Settanta tra tensione morale e voglia di partecipazione

Tutto finisce con la sconfitta di De Martino e la tragedia di via Caetani.
In quel periodo molto esuberante di idee, ci interrogavamo su problematiche e su possibili cambiamenti. Il fatto che le ideologie siano scomparse non è certamente cambiata la nostra situazione esistenziale, rimpiangiamo di quegli anni le cose che di cui oggi moltissimi...