Saper vivere

26. Lug, 2017

Chiedetevi se siete felici e smetterete di esserlo!!!

Quando siamo felici lo sappiamo!! Quello che non sappiamo, invece, è come fare per diventarlo. Mill, diceva: <chiedetevi se siete felici e smetterete di esserlo!!> La felicità come stato di tale benessere in cui le domande non occorrono, uno stato di vita piena, realizzata totalmente. Per Aristotele era il maggiore...

I nostri tempi

24. Lug, 2017

Essere attivi in una formazione politica.

I vantaggi:
Sarete temuti e rispettati; libertà privata totale; ampie possibilità per il futuro; viaggi e feste in comitiva; nessuna perdita se il sistema è duraturo e la partecipazione latita; guadagno anche in caso di insuccesso; colloquio con i giovani; ammirazione...

Vivere veloci

22. Lug, 2017

Il compito dell'economista e l'accantonamento del pensiero lento.

Gli obiettivi e le priorità di una persona possono andare ben oltre gli stretti confini del benessere individuale. E' fortissimo il contrasto tra i grandi successi che alcuni uomini possono raggiungere e le esistenze povere e limitate...

Il cattivo italiano

20. Lug, 2017

Dalla politica all'antipolitica e la gente?

La politca era invischiante, sembrava di sporcarsi solo a parlarne. Ridere con le battute su Andreotti era orribile, volgare, eppure intratteneva, io decisi di disfarmi dell'oscenità che mi entrava in casa, oggi portata da Costanzo, domani da Martufello, o da Platinette, lasciando...

Saper vivere

18. Lug, 2017

Cos'è vivere? Globalizzazione certo, ma l'uomo è sempre lo stesso.

Ricordiamo di J.J.Rousseau: <vivere è il mestiere che voglio insegnargli>

Ricordiamo di L. Aragon: <il tempo di imparare a vivere, ed è già troppo tardi>

Potremmo citare tanti altri e devo dire che J.J.Rousseau ha un po’ ecceduto, semmai potremmo dire: possiamo aiutare a imparare a vivere. A vivere si impara attraverso le proprie esperienze...

I nostri tempi

16. Lug, 2017

L'illegalità uccide la politica e la nostra democrazia è in pericolo.

Sono passati venti anni da tangentopoli ma abbiamo la percezione che siamo sempre entro quegli accaduti, non ne siamo mai usciti. Anzi la sfiducia dei cittadini verso le istituzioni è restata intatta ed è li che i partiti di destra oggi così di moda hanno tratto un grande consenso, i partiti dell'antipolitica. Metà degli italiani oggi credono che la corruzione...

Vivere veloci

15. Lug, 2017

Gli economisti tutti concordi, nessuna etica nell'economia.

Gli economisti allevati nei pollai dei neoliberisti e gli <schiavi felici>.
Proposte per un'economia più umane, ce ne sono diverse, non trovano spazio nei media e nei discorsi politici, mai il mondo è stato così globale ed eterogeneo e mai è stato...

Il cattivo italiano

12. Lug, 2017

Il codice fiscale e il documento di identità in tasca ci dicono che siamo vivi e autentici.

Non sono convinto che l'uomo potrebbe vivere come un eremita, essere autosufficenti è impossibile. Lo stare insieme diventa una condizione necessaria, dobbiamo partecipare a un fare comune, non possiamo pensare che ciascuno di noi abbia la facoltà di decidere del proprio destino, ma almeno partecipare a deciderlo, una pur piccola partecipazione...

Saper vivere

10. Lug, 2017

Il ventunesimo secolo ci impone il destino globale.

Dicevamo che la condizione umana dovrebbe essere oggetto essenziale di ogni insegnamento. Si tratta di compredere, a partire dalle discipline attuali, come riconoscere l'unità e la complessità umana, riunendo e riorganizzando conoscenze disperse...

I nostri tempi

8. Lug, 2017

Continua l'era del leader

Nel dopoguerra, governavano le organizzazioni le burocrazie, dove si erano nascosti (neanche così tanto) gerarchi, gerarchetti, e delatori di provenienza mussoliniana. Poi negli anni Settanta, verso gli Ottanta è cambiato tutto, i partiti di massa, grandi organizzazioni...

Pensieri rapidi

6. Lug, 2017

Il benessere consolatorio viene dalla cultura.

Come dicevamo nel "pensiero rapido" precedente i neoliberisti somigliano molto ai nobili, al clero o alle dinastie reali che hanno dominato secoli di storia. Oggi, come allora, i super ricchi cercano di ignorare la biologia perché li obbligherebbe a ripensamenti...

Il cattivo italiano

4. Lug, 2017

La solitudine unica identità degli italiani di sinistra.

I compagni li riconoscevi dalla ricerca di tranquillità, andare a teatro a vedere uno spettacolo di sinistra gli significava appagamento del desiderio di consenso, di appartenenza, si riconoscevano nella compagnia, e questo li appagava...

Saper vivere

2. Lug, 2017

La conoscenza della condizione umana.

Unicità e appartenenza.
La conoscenza della nostra condizione umana è assente dai programmi di insegnamento, perché ciò che è umano è disperso, compartimentato in diverse discipline delle scienze umane. Il cervello studiato in biologia e la mente in psicologia, ma anche nella filosofia...

I nostri tempi

30. Giu, 2017

I giovani italiani figli unici che vanno, sapendo di poter tornare.

Qui i giovani si sentono stretti. Gli adulti, gli anziani sono più tutelati, più protetti, le loro pensioni tutelate mentre i giovani non andranno mai in pensione, perché il loro ingresso nel mercato del lavoro è ritardato e lo sarà sempre di più. Hanno anche retribuzioni...

L'uomo? Un profilo!

28. Giu, 2017

Anche la felicità una variabile del PIL?

Nel formicaio, quello vero, alcuni studi affermano che la divisione tra formiche che lavorano sodo e formiche che vengono accudite da quelle che lavorano, comporta come conseguenza che l'età media di vissuto sia a vantaggio di quelle che oziano...

Il cattivo italiano

26. Giu, 2017

Come i media costruivano <la pubblica opinione>.

Ricordiamo lontanissimi i tempi in cui i giornali facevano cadere uomini di potere, anzi li abbiamo proprio dimenticati. L'ultimo giornalista che faceva stranamente il suo mestiere in Italia volò da una finestra di una questura, con lui morì quel che restava...

Saper vivere

24. Giu, 2017

La conoscenza della conoscenza e l'errore.

E' mortificante che l'educazione, che mira a comunicare conoscenza, abbia una vera e propria cecità verso ciò che è la conoscenza umana, verso i suoi meccanismi, le sue difficoltà, le sue porpensioni all'errore, alle sue illusioni e che non si preoccupi affatto...

I nostri tempi

22. Giu, 2017

Cosa fanno i pensionati d'Italia?

L'aumento della durata della vita (speriamo anche della mia), ha provocato nuovi e gravi prblemi ai neoliberisti, occorre pagare le pensioni per troppo tempo. Il pensionato non partecipa alla produzione e riceve un mensile e se gli dice bene incassa...