Pensieri rapidi

16. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, la lezione del calcio francese.

Vive la France!!!! I critici degli antipaticissimi francesi devono inchinarsi difronte alla serie di posizionamenti in vetta e di vittorie dell'equipe di calcio d'oltralpe. E' inutile il sarcasmo <<non ha vinto la Francia, ma l'Africa>>. Sbagliatissimo, oltre che offensivo. Il calcio rappresenta bene le qualità umane che si fondono: il gioco, la passione, la strada, la fantasia, la sfida, l'esaltazione ed evaporizzazione dell'avversario, tutte queste cose quando si fondono in <<organizzazione>>, quindi impianti sportivi, stadi, tornei, tecnica di squadra e tattica che è frutto e riassunto della storia e della cultura delle competizioni, ecco che un team assurge all'apoteosi. Nessuno può contrastare queste forze, se ben organizzate...

Saper vivere

15. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, perché prendersela sempre con le religioni.

Sentiamo spesso qualcuno che ci dice: <<perché prendersela con le religioni, in fondo danno conforto alle persone, non fanno del male>>. E come la mettiamo con l'infibulazione, la misoginia, l'omofobia, i riti sacrali, le guerre di religione, gli attentati dei fondamentalisti, i matrimoni combinati con minorenni, l'inquisizione, i roghi di presunte streghe, di atei, di scienziati, di liberi pensatori, e come la mettiamo con i moderni esorcisti dei salotti romani e delle famiglie annegate nell'ignoranza e creduloneria. Cosa dire del mancato o ritardato progresso scientifco, dell'opposizione alla contraccezione, del schieramento contro le leggi dello Stato come quella dell'aborto...

I nostri tempi

12. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, l'Europa come una preda di russi e americani.

Quella che si sta svolgendo in Siria è una campo di battaglia dove far sfogare le voglie pazzesche di guerra. Il vero risultato siriano, oltre alle stragi inevitabili di civili colpendo obiettivi militari, è la lotta per la supramazia in Europa, anzi per smembrare un'Europa troppo civile e troppo antibellica. La Brexit, dissi a suo tempo, era l'inizio della fine dell'europa unita, come potenza delle qualità mondiali in tutti i campi della vivere civile. La indiscussa supremazia culturale europea ha origini lontane e l'insegnamento tratto dalle tragedie di inizio millenovecento avevano portato a un pacifismo non solo di facciata, e anche a una qualità del vivere civile molto pregevole...

Il cattivo italiano

7. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, come roviniamo la perfezione naturale dei nostri figli.

Guardate i bambini di tutte le etnie che giocano insieme. Un bambino piccolo, una bambina piccola, non sa nemmeno cosa sia il sentimento razzista, non concepisce razze e confini e bandiere nazionali, non conosce sentimenti di odio nei riguardi delle diversità, anzi, le diversità alimentano la sua curiosità e aumentano esponenzialmente la sua conoscenza del mondo.
Allora bisogna chiedersi in che modo i bambini crescono razzisti, nazionalisti, conflittuali, competitivi, soldati, violenti. Insomma, la domanda è: cos'è che istruisce i bambini a diventare quel tipo di adulto conforme a questo genere di società violenta, militare, classista, allevamento di schiavi? Perché, è facile dare la colpa al politico di turno, al governo di turno, al papa in carica, che certo hanno le loro colpe, ma molto più difficile è andare in fondo, fino alla vera causa del problema, e ammettere che l'errore iniziale sta nell'educazione, nella delega che padri e madri danno alle istituzioni quasi, come liberazione di un problema...