I nostri tempi

18. Dic, 2017

Non più bipolarismo, ma un mondo multipolare.

Dobbiamo constatare che, mentre nei trent’anni precedenti, avevamo un elemento, il mondo anglosassone, che conduceva gli approcci e definiva le regole del sistema internazionale, per tutta una serie di ragioni ora ci troviamo in un mondo...

Il Resegone visto da Alserio

Il cattivo italiano

16. Dic, 2017

La volgarità, l'imbarazzo e l'attesa.

Siamo immersi nel mercato dell'informazione. La ministra questa mattina era colpevole, poi nel dopopranzo quasi colpevole, durante la notte quasi vittima di un padre troppo importante. Ha forzato o diretto interventi per utilità propria anziché per quella del paese, ma lo scenario confonde...

Vivere veloci

14. Dic, 2017

Il pensiero lento.

Abbiamo visto come l’intuizione sia accompagnata da una sorta di «verifica» del ragionare lento. E’ anche vero che il pensiero lento senza l’intuizione sarebbe pigro e sterile. Il sistema nervoso lento ha meccanismi complessi che comprendono varie aree...

Saper vivere

12. Dic, 2017

Che fine ha fatto la saggezza?

Presto ridaremo grande spazio, nella rubrica <i nostri tempi> all’individualismo sfrenato che stiamo vivendo. Qui ci soffermiamo su come la nostra volontà di potenza, nel dopoguerra e in pieno boom economico, divenne «diritto al godimento», a un godimento...

I nostri tempi

11. Dic, 2017

L'uomo dai tanti <profili> e il distacco tra economia e società.

In questo sganciamento tra l’economia e la società, è chiaro che la crisi finanziaria nel 2008 pone la questione di trovare nuove modalità attraverso cui ristabilire una relazione tra la società (naturalmente divenuta ampia, mondiale...

Il cattivo italiano

7. Dic, 2017

La cultura? Non c'è!!

La cultura in Italia è più che uno sfascio. E', insieme, una lacuna e un grosso equivoco del quale ci si serve proprio per operare un intervento sociale che ha fatto dell'organizzazione del tempo libero il proprio cavallo di battaglia. Questo serve solo a gestire e spartire piccoli poteri, lasciando...

Vivere veloci

5. Dic, 2017

Il pensiero rapido.

Parlando del pensiero rapido occorre distinguere le risposte del cervello ad entrate sensoriali, che potremmo definire riflessi. Essi hanno a disposizione circuiti nervosi precisi uguali in tutti gli esemplari della stessa specie: si tratta di risposte automatiche e inconscie, tanto...

Saper vivere

2. Dic, 2017

La filosofia della filosofia.

<<Impariamo la vita ed è subito tardi!!!>>
Non ricordo chi lo ha detto, ma è centrale nelle nostre esistenze. Rischiamo tutti di imparare il buon vivere o come vivere bene, quando non ci serve più, quando siamo molto vecchi. La filosofia, letteralmente...

I nostri tempi

29. Nov, 2017

In-Sicurezza.

Quando parliamo di sicurezza in realtà stiamo parlando di insicurezza. Essa cambia volto e nome nel corso del tempo. La sicurezza negli ultimi ventanni è stata ricondotta, dapprima, in prevalenza, alla criminalità comune e anche a quella "organizzata". Sostituita più tardi da quella dell'enorme afflusso...

Il cattivo italiano

28. Nov, 2017

L'individuo muore quando diventa massa.

La massa è il luogo sociologico in cui l'uomo come individuo muore, non esiste più. Abbiamo un nemico subdolo che è la perdita di senso delle cose che facciamo e che determina il mondo in cui viviamo. Le ideologie non ci sono più, e nemmeno gli steccati...

Vivere veloci

26. Nov, 2017

Pensiero rapido e pensiero lento.

Il sistema nervoso presenta due modalità di funzionamento e di reazione all’ambiente, una rapidissima e una lenta. Premetto che l’uso della parola pensiero è impropria in quanto estesa a funzioni nervose assai semplici, come alcune risposte del cervello, che noi solitamente...

Saper vivere

24. Nov, 2017

"Felicità minima"!! Quelle gioie quotidiane dell’arte di vivere che escludono l’eccesso.

Ricercare la felicità nel quotidiano non appartiene alla coscienza ingenua del proprio desiderio, ma è propria di un’intelligenza sofisticata, che si fa carico delle inevitabili contrarietà, né neutralizza il danno, trasformandole in evento positivo...

I nostri tempi

22. Nov, 2017

Il melodramma, dalla cultura italiana ai media.

La cronaca violenta è narrata, un giorno dopo l'altro, sui media come un romanzo criminale senza fine. Le pagine sulla rete, quelle stampate dei giornali, nelle trasmissioni del pomeriggio e della sera, si sono divise Cosa Nostra, la camorra, Mafia Capitale, omicidi della ndrangheta, mafiosi grossi, medi, e piccoli malavitosi di paese...

Il cattivo italiano

19. Nov, 2017

L'orrido e il gusto dell'apparire viaggiano insieme.

Il dolore, la malattia, l'amore, la passione, il corpo, erano assolutamente <questione di casa>. di famiglia e di qualche amicizia importante. Ora un dolore lo si porta come spettacolo televisivo, insieme alle ruberie...