Pensieri rapidi

20. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, non acquistate mai più Burberry.

Burberry fa scalpore. Pur di difendere il marchio, brucia prodotti invenduti per oltre 30 milioni di euro. Questo è il classico esempio del produrre l'inutile a danno del pianeta terra. Logica del profitto contro la giusta logica del vivere. Logica del profitto che crea danno al nostro ecosistema...

Saper vivere

20. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, basterebbero pochi accorgimenti per cambiare le nostre vite.

Mai come oggi abbiamo conoscenza e risorse per modificare in meglio le nostre vite. E' una storica occasione!! Se mettiamo una logica dell'utilità collettiva a posto di quella del profitto, con pochi accorgimenti possiamo cambiare la nostra vita e quella del nostro pianeta. Per essere comprensibili definiremo non ammissibile quello che produce profitto e danno alla collettività. Non è ammissibile: lo sfruttamente dell'uomo sull'uomo, produrre armi, vendere medicinali, commercializzare prodotti futili o inutili, commercializzare prodotti dannosi per la salute, lucrare sulle derrate alimentari, lucrare sui beni di prima necessità...

I nostri tempi

19. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, gli odiosissimi fannulloni.

Un uomo non dinamico, ozioso, curioso, dedito a comportamenti insoliti, come quello di preferire di restare povero anziché dedicarsi a una lavoro che non ama e non gli piace fare, desta curiosità e repulsione. Il cittadino modello, dedito alla fatica lo definisce "parassita" o fannullone, barbone, zingaro, e così via. Perché questo? Perché la figura dell'essere umano ozioso viene percepita destabilizzante, pericolosa dalla gente comune, e questo dimostra come inconsciamente tutti odiano gli obblighi e i doveri, ma essi sono ritenuti necessari e giusti per via del lavaggio del cervello cui si è sottoposti sin da piccoli. L'astio verso il fannullone nasce dall'esempio che l'uomo ozioso offre al mondo, egli lavora per mangiare ed è disposto a restare povero pur di evitare lavori che non vuole fare...

Una bella immagine di Marco Pizzichemi

Il cattivo italiano

18. Lug, 2018

Groviglio quotidiano, il calcio e il lavoro in fabbrica.

Il grande campione Ronaldo arriva a Torino e gli operai piemontesi mugugnano. Come al solito gli operai dimostrano tutta la loro alienazione, anzi un vero isolamento sociale, vivono vite ridotte. Ronaldo Cristiano guadagnerà 30 milioni di euro l'anno e non è certo colpa sua. Se gli operai non hanno diritti, se sono sfruttati, se non hanno tempo per se stessi, se guadagnano una miseria, è semplicemente perché non si sono mai ribellati ma, hanno accettato supinamente ogni decisione che gli viene imposta. L'educazione a una vita di schiavitù funziona perfettamente già dalla scuola, tutti trovano normale lavorare tutto il giorno e normale andare in pensione a 67 anni...